Stipendi delle varie compagnie aeree e progetto contratto nazionale?

Tornando a ripensare nel 2008 (mi sembra) che si parlava di un contratto nazionale dell’aviazione. Volevo sapere, se alcuni di voi lo sanno, se tale "progetto" è stato per sempre accantonato. Mi viene da pensare se un assistente di volo, pilota o comunque tecnico non debba prendere lo stesso stipendio, o per lo meno simile a il resto delle persone che lavora nel suo stesso mondo, nello stesso paese.

Al momento, che io sappia, lo stipendio di una low cost come norwegian per purser è lo stesso che si prende un purser in alitalia, (anche se mi han detto che gli stipendi norwegian son provvisori al momento e fatti solo per le persone che han iniziato ora, ma non so quanto poi in futuro si possano abbassare), mentre poi abbiamo un contratto Volotea che sento si aggiri sui 900 euro al mese (diciamocelo, non sono queste le cifre che aspettano a chi lavora in questo settore). Non ho idea di quanto possano prendere in altre compagnie basate in Italia, ma quello che so che è ormai tutto in ribasso. La stessa Cityliner paga i suoi dipendenti meno di quanto facciano in Alitalia, da quello che so io (nonostante sia stessa compagnia)

Mi chiedo, un contratto nazionale non sarebbe la cosa migliore per tutti? I sindacati non potrebbero lavorare in questo senso?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *